inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Arianna O. Io e degli ex colleghi ci stiamo mettendo in proprio costituendo una società di persone, nello specifico una ...
Maria Chiara A. Stavo cercando su internet un Notaio che offrisse un servizio online e ho scoperto il vostro sito. Complimenti ...
Davide M. Mi sono detto: voglio pagare poco il notaio, come faccio? Vado online! E grazie a questo sito sono riuscito a ...
Mauro M. Trovare un notaio economico a Milano non è cosa facile.. Tutto sommato sono riuscito nel mio intento e sono s ...
Fabiano O. Non pensavo che funzionasse davvero, spesso le cose gratuite sono prese in giro, sono rimasto piacevolmente so ...
Nicoletta C. Non sapendo a chi rivolgermi grazie a voi ho fissato un appuntamento con il Notaio per avere una consulenza gr ...
Diego N. Cercando un Notaio economico a Roma ho scoperto l'esistenza di NotaioFacile. Devo dire che MI SONO TROVATO BEN ...
Matteo V. Cercavo online un notaio per la compravendita e grazie a questo sito ho potuto scegliere tra diversi notai a N ...
Fabio R. La parcella di un notaio si paga "volentieri" solo se il notaio ha fatto un buon lavoro. Così ho chiesto dei ...
Flavio D. Ottimo sito, davvevo Facile e ogni pormessa è stata mantenuta. Buon Lavoro ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Agevolazioni prima casa per accorpamento

Agevolazioni prima casa per accorpamento

Acquisto casa per accorpamento

L’acquisto di un’altra casa, da accorpare ad una casa già in proprietà, può nascere da numerose esigenze, come gli ambienti troppo ristretti della prima casa, l’allargarsi della famiglia o semplicemente il desiderio di aver più spazio anche per coltivare i propri interessi.

Con la diffusione dello smart working e dei lavori che richiedono semplicemente una postazione collegata ad un wifi è sempre più frequente il desiderio di non allontanarsi troppo da casa e di lavorare senza effettuare spostamenti.

Così, la possibilità di ricrearsi un proprio spazio da adibire anche ad ufficio personale, comprando un ulteriore immobile da accorpare, può essere particolarmente utile qualora si voglia allargare la propria casa e si abbia la disponibilità economica.

Prima casa e agevolazioni fiscali: quando è possibile

Nell’immaginario collettivo è possibile usufruire delle agevolazioni fiscali, solo al momento del rogito di acquisto, ossia solo quando si firma l’atto per comprare una prima casa. In realtà non si tratta dell’unica chance in cui è possibile risparmiare, in quanto la legge consente di usufruire del bonus prima casa anche in altre circostanze, come ad esempio quando si acquista dal notaio una pertinenza, ossia una cantina, un locale deposito che siano strumentali rispetto all’abitazione principale. In questo caso è possibile beneficiare delle agevolazioni fiscali sia se si compra contestualmente alla prima casa, sia se l’atto di compravendita dal notaio avvenga in un momento successivo.

Ulteriore caso, che adesso affronteremo, è il bonus prima casa quando si compra un altro immobile per poi accorparlo mediante dei lavori di ristrutturazione, modificando i dati catastali grazie all’ausilio di un tecnico.

Bonus prima casa quando si accorpa

Come sopra anticipato, non esiste un unico caso in cui è possibile beneficiare delle agevolazioni fiscali prima casa, ma la legge riconosce anche altre possibilità.

Tra queste vi è la possibilità di comprare un nuovo immobile da accorpare ad altri due già posseduti a condizione che si proceda alla fusione delle unità immobiliari e che non rientri nelle categorie A/1, A/8 o A/9, ossia nelle categorie catastali degli immobili di lusso. Per scoprire quale sia la categoria catastale di un immobile basterà consultare la visura catastale che illustrerà tutte le caratteristiche della casa, compresa la sua rendita catastale: si tratta di un controllo che il notaio effettua prima del rogito.

Quando si parla di accorpamento o fusione immobiliare

Si può parlare di accorpamento o fusione immobiliare quando si realizza l’unione di due o più unità immobiliari che siano adiacenti, oppure sullo stesso piano o su due piani sovrapposti.

Quando due appartamenti sono adiacenti, comunicanti, confinanti o contigui registrati al catasto separatamente come due case separate e distinte, è possibile fonderli per dare origine a un’unica abitazione e poter continuare a beneficiare delle agevolazioni riservate alla prima casa. Tuttavia è importante sapere che nel caso in cui si compri una seconda casa dal notaio e non si proceda all’accorpamento non si potrà beneficiare delle agevolazioni fiscali.

Come si accorpano due case

Per far sì che si realizzi l’accorpamento, bisogna effettuare dei lavori di ristrutturazioni tali da determinare e dimostrare che ormai l’unità abitativa è unica. Questi lavori possono essere impegnativi, in quanto possono prevedere l’aggiornamento degli impianti elettrici, così come delle variazioni delle mura strutturali importanti.

Presupposti per avere agevolazioni fiscali prima casa

Per poter usufruire delle agevolazioni prima casa è necessario che ricorrano determinati presupposti e requisiti stabiliti dal legislatore.

È innanzi tutto necessario che chi acquista casa non sia proprietario di altro immobile situato nello stesso Comune dell’immobile che si vuole acquistare, idoneo ad essere adibito ad abitazione. È necessario che non sia titolare di altro immobile neanche in comunione legale dei beni con l’altro coniuge, qualora sia sposato.

È, inoltre, indispensabile che colui che intende acquistare non sia titolare di altri diritti reali definiti minore, ossia non sia titolare del diritto di uso, di abitazione, di usufrutto su un altro fabbricato sito nel medesimo Comune.

Per poter usufruire delle agevolazioni colui che compra non deve avere sul territorio nazionale altri immobili per i quali abbia usufruito delle agevolazioni prima casa. Si tratterebbe di duplicare un beneficio di cui si è già usufruito, pertanto, inammissibile.

Analizzando gli ulteriori requisiti richiesti dalla legge, è necessario che colui che acquisti la casa abbia la residenza nel Comune in cui si trova l’immobile o si impegni a trasferirla entro 18 mesi dall’acquisto o nel quale svolge la propria attività lavorativa.

Agevolazioni fiscali IMU e TASI

Il risparmio in termini economici non avviene solo al momento del rogito notarile, in tema di agevolazioni fiscali prima casa, ma è ravvisabile anche a lungo termine.

Infatti, con riferimento alle imposte IMU e TASI è possibile procedere secondo la regola generale, secondo cui l’esenzione dal pagamento è riconosciuta se l’abitazione principale è classificata nelle categorie catastali A/2 e A/7, mentre non è riconosciuta per tutti gli immobili definiti di lusso e/o di pregio, accatastati nelle categorie A/1, A/8 e A/9.

Preventivo notarile gratis per acquisto casa per accorpamento

Una delle problematiche più a cuore di chi decide di effettuare un altro investimento immobiliare dopo l’acquisto prima casa è affrontare le spese del rogito notarile.

Per avere un’idea dei costi da sostenere è possibile mediante questo portale richiedere gratuitamente un preventivo notarile senza dover sostenere alcuna spesa, inserendo i dati richiesti e scegliendo la zona in cui si intende stipulare l’atto pubblico di acquisto.

In pochi minuti sarà possibile inoltrare la richiesta per poter avere un preventivo gratuito e comprendere sin dall’inizio l’entità dell’investimento che si sta effettuando.

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio