Registro volontario testamento olografo: che cos’è?

QUALE ATTO NOTARILE DEVI FARE?
Che tipo di atto notarile devi fare?
Preventivo notaio, trova il notaio online e contattalo direttamente

Qui Rispondono Solo i Notai
GRATIS E SENZA IMPEGNO

QUI RISPONDONO SOLO I NOTAI ! GRATIS E SENZA IMPEGNO

Perché fare testamento

Fare testamento dal notaio o in modo privato con il testamento olografo, come vedremo in avanti, è una delle scelte più importanti e delicate nella vita di un individuo. Il testamento è anche definito atto di ultima e volontà e rappresenta l’unico strumento mediante il quale poter lasciare il patrimonio per il tempo in cui si avrà cessato di vivere.

Può contenere delle disposizioni di carattere patrimoniale, ma anche delle indicazioni che abbiano altre finalità di tipo morale ed affettivo: si pensi al caso in cui vengano lasciate dei cimeli di famiglia che non rilevino dal punto di vista economico, ma che abbiano una particolare importanza per il nucleo familiare.

Per tali ragioni la redazione del testamento è spesso percepita con grande solennità da coloro che si accingono a farla. Una delle forme più diffuse di testamento è proprio l’olografo la cui conservazione non ha sempre previsto gli stessi margini di sicurezza del testamento pubblico, ricevuto da un notaio. Vediamo cosa c’è da sapere sull’introduzione della registrazione volontaria dei testamenti olografi.

Tipi di testamento

Sebbene tutti i testamenti abbiano il medesimo valore per la legge, non esistendo una forma testamentaria più importante dell’altra, è importante sapere che le persone possono fare testamento in diversi modi. È possibile recarsi dal notaio per un testamento pubblico, esprimendo le proprie ultime volontà che il notaio tradurrà in termini giuridici, in base alle inderogabili norme di legge, così come è possibile decidere di non comunicare le proprie volontà ma di consegnare al notaio un testamento segreto chiuso e sigillato che sarà aperto al momento della morte della persona, ossia al momento dell’apertura della successione.

SERVE LA CONSULENZA DEL NOTAIO?
richiedi il preventivo al notaio

Contatta il Notaio Gratis

Fai un PREVENTIVO

Scopri tutti i costi per stipulare l'atto

Testamento olografo: requisiti

Una delle forme più diffuse di testamento è l’olografo: si tratta di una scrittura privata che deve essere redatta di pugno dal testatore e deve contenere degli elementi ben precisi ai fini della sua validità. In primis deve essere datata, ma sono ammesse anche delle espressioni equivalenti, come Capodanno 2023 o Natale 2023 che si riferiscono a date ben precise e conosciute di cui non è possibile ammetterne incertezza o confusione.

Altro requisito è la sottoscrizione del testatore, ossia la firma apposta proprio sul documento affinchè possa essere attribuita la paternità delle ultime volontà espresse.

Registro volontario testamento olografo: che cos’è?

Come conservare il testamento olografo

Il testamento olografo può essere conservato presso la propria abitazione o in qualsiasi altro luogo si preferisca oppure è possibile consegnarlo al notaio sia in maniera ufficiosa (deposito fiduciario) sia in maniera ufficiale (deposito formale) come vedremo adesso.

Deposito formale testamento olografo

Il deposito formale del testamento olografo avviene dinanzi a un notaio il quale provvederà alla redazione di una verbale di ricevimento, per atto pubblico notarile, alla presenza di due testimoni aventi i requisiti prescritti dalla legge notarile.

Tale deposito conferisce una maggiore sicurezza in termini di conservazione e ufficialità della consegna. Tuttavia non si tratta di un passaggio obbligatorio, come abbiamo già accennato, ma dipende esclusivamente dalla arbitraria volontà del testatore; è opportuno sapere che il deposito formale implica dei costi.

Deposito fiduciario testamento olografo

Il deposito del testamento da un notaio invece non implica la redazione di un atto pubblico notarile. La parte potrà eventualmente richiedere una documentazione (intesa come ricevuta) al notaio, ma che non ha lo stesso valore del deposito formale in cui il notaio attesta la ricezione e allega all’atto pubblico l’originale del testamento scritto di pugno.

Registro volontario testamento olografo

È diventato operativo il Registro volontario dei testamenti olografi realizzato dal consiglio nazionale del notariato tramite una società informatica, preposta in tal senso, che consente di raccogliere così come di ricercare tutti i dati e le informazioni relativi ai testamenti olografi depositati fiduciariamente presso il notaio che hanno aderito a tale tipo di servizio.

A che serve il Registro volontario del testamento olografo

Una domanda molto frequente è quale sia la funzione specifica di tale Registro, proprio perché esiste la possibilità di depositarlo formalmente dal notaio. Lo scopo principale è quello di digitalizzare e di semplificare le procedure di deposito e la conservazione dei testamenti olografi rendendo molto più semplice il reperimento per i cittadini.

Talvolta il testamento olografo, trattandosi di una scrittura privata, viene conservato autonomamente presso la propria abitazione oppure viene depositato dal notaio come abbiamo visto. Tale sistema garantirebbe una maggiore sicurezza della conservazione e faciliterebbe la conoscibilità di determinate informazioni e documenti.

Come funziona il deposito fiduciario con registrazione del testamento olografo

A partire dal 6 novembre 2023 tutti i cittadini che scelgono di depositare fiduciariamente il testamento olografo dal notaio possono richiedere al pubblico ufficiale medesimo, di operare la trascrizione dei dati di tale deposito nel Registro Volontario dei Testamenti Olografi, concedendo il consenso anche ai fini del trattamento dei dati personali, in tema di privacy.

Il notaio, a seguito del conferimento dell’incarico, provvederà ad annotare sul Registro solamente le informazioni relative al testamento ricevuto in deposito fiduciario, ossia i dati anagrafici del testatore, la data di redazione del testamento olografo, la data del deposito fiduciario, rilasciando al testatore relativa ricevuta del deposito.

Revoca di un testamento olografo depositato e registrato

In virtù della maggiore ufficialità che viene data al deposito fiduciario ci si è chiesti se sia possibile revocare il testamento e in che modo. La risposta è positiva proprio perché per legge consente al testatore in qualsiasi momento di revocare le ultime volontà espresse dinanzi al notaio o in via autonoma.

In qualsiasi momento il notaio depositario previo consenso del testatore potrà modificare la registrazione, ove avvenuta, oppure trasferirla ad altro notaio per diverse ragioni che possano essere il pensionamento del notaio o altre. Qualunque cittadino che ne abbia interesse può richiedere al notaio di effettuare la ricerca del testamento a cui sono interessati, fornendo il certificato di morte della persona.

Preventivo notarile deposito e registrazione testamento

Nel caso in cui si voglia depositare e registrare il proprio testamento o per qualsiasi altro atto che necessiti della presenza di un notaio, è possibile tramite la piattaforma di NotaioFacile, richiedere gratis un preventivo notarile online, fornendo le informazioni necessarie e rispondendo alle domande offerte dal form per permettere al professionista di preparare un prospetto delle spese più aderente possibile alla realtà.

Grazie a questo servizio gratuito, è possibile entrare in contatto diretto con il notaio, senza dover assumere alcun tipo di impegno, bypassando collaboratori o dottori di studio.

Condividi questo articolo

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©
Potrebbe interessarti:

Dal 2012 i N.1 specializzati nella Consulenza Notarile e Preventivo Notaio

NF è l'unico Originale
Diffidate dalle imitazioni

NO Mediatori, NO Intermediari,
NO Dottori di chissà quale Studio

richiesta testamento olografo dal notaio