Imposta catastale e ipotecaria per trasferimento casa

QUALE ATTO NOTARILE DEVI FARE?
Che tipo di atto notarile devi fare?
Preventivo notaio, trova il notaio online e contattalo direttamente

Qui Rispondono Solo i Notai
GRATIS E SENZA IMPEGNO

QUI RISPONDONO SOLO I NOTAI ! GRATIS E SENZA IMPEGNO

Imposte da pagare per passaggio di proprietà

Quando si compra una casa dal notaio oppure la si riceve in donazione o per successione, occorre pagare determinati tributi, divisi in tasse e imposte per il trasferimento immobiliare.

L’ammontare dei tributi dipende da numerosi fattori che, solo grazie ad una consulenza notarile, è possibile analizzare e indagare per evitare di commettere errori di valutazione.

Il notaio infatti, oltre ad apporre la firma in calce all’atto, è colui che prepara il prospetto delle spese da dover fronteggiare per il rogito notarile. Vediamo cosa c’è da sapere sulla voce prevista nel preventivo “imposta ipotecaria e catastale” quando si realizza un passaggio di proprietà.

Imposta ipotecaria e catastale: differenze

A differenza dell’imposta catastale, l’imposta ipotecaria da pagare in sede di rogito di acquisto dal notaio è finalizzata all’aggiornamento dei Registri immobiliari; sebbene gli importi richiesti, nella maggior parte dei casi corrispondano, i due tributi hanno una natura differente, quella ipotecaria infatti va versata tutte le volte in cui vi sia una modifica dei Registri Immobiliari come iscrizioni, annotazioni, cancellazioni, mentre nell’ambito dell’adempimento da effettuarsi al Catasto, riguarda solo le volture.

SERVE LA CONSULENZA DEL NOTAIO?
richiedi il preventivo al notaio

Contatta il Notaio Gratis

Fai un PREVENTIVO

Scopri tutti i costi per stipulare l'atto

Imposta ipotecaria e catastale acquisto prima casa

Quando si acquista la prima casa dal notaio, usufruendo delle agevolazioni fiscali, al ricorrere di determinati presupposti previsti dal legislatore, bisognerà pagare anche l’imposta ipotecaria e quella catastale.

In tal caso gli importi da versare nelle mani del notaio che dopo il rogito provvederà a trasferire all’erario, sono i medesimi e ammontano a 50 euro se l’acquisto avviene da privato e di 200 euro, se il trasferimento è soggetto a Iva e si compra da costruttore.

Imposta ipotecaria e catastale seconda casa

Nel caso in cui si intenda comprare una seconda casa, anche in questo caso sarà necessario fronteggiare delle spese al momento del rogito di acquisto, nelle mani del notaio, inerenti alle tasse e alle imposte legate al trasferimento.

Sia per l’acquisto di una prima casa che per l’acquisto di una seconda casa devono essere pagate l’imposta ipotecaria e quella catastale.

Se la seconda casa viene acquistata da un privato o da un'impresa esente da Iva, oltre alle imposte di registro pari al 9%, si hanno un'imposta catastale da 50 euro e un'imposta ipotecaria da 50 euro; se, invece, la seconda casa viene acquistata da un'impresa soggetta a Iva, sia l'imposta catastale che quella ipotecaria sono di 200 euro (l'Iva è al 10% in tutti i casi tranne che per gli immobili di lusso, che presuppongono un'Iva al 22%).

Imposta catastale e ipotecaria per trasferimento casa

Imposta ipotecaria e catastale e successione

Il pagamento dell’imposta ipotecaria e catastale non è previsto solo per i trasferimenti a titolo oneroso e per i trasferimenti gratuiti come la donazione, ma anche nel caso in cui si realizzi una successione, ossia il passaggio dei beni dalla persona defunta a coloro che la succedono.

Nel caso di una dichiarazione di successione, è necessario pagare un'imposta ipotecaria pari al 2% del valore degli immobili che sono stati dichiarati in successione.

È opportuno precisare che nel caso di specie non devono essere considerate le passività, come invece avviene per l’imposta di successione, il cui calcolo è differente. Per l’imposta catastale, invece nel caso di dichiarazione di successione è pari all’1%.

Imposta ipotecaria e catastale per donazione

L’imposta catastale e l’imposta ipotecaria non sono dei tributi previsti solo per il trasferimento immobiliare a titolo oneroso, ossia il passaggio di proprietà con previsione di un corrispettivo, come il pagamento del prezzo nella compravendita, ma anche per altri tipi di atto.

Sulla donazione di un bene immobile o di un diritto reale immobiliare, come l’usufrutto, l’uso o l’abitazione, sono dovute, inoltre l’imposta ipotecaria, nella misura del 2% del valore dell’immobile e l’imposta catastale, nella misura dell’1% del valore dell’immobile.

Quando non si pagano l’imposta ipotecaria e catastale

È importante precisare che esistono degli specifici casi in cui l’imposta ipotecaria e l’imposta catastale non vengono pagate: in particolare si tratta degli atti di espropriazione per pubblica utilità in favore dello Stato, per le operazioni di voltura catastale e di trascrizione che riguardano il trasferimento a titolo gratuito di alloggi dello Stato e relative pertinenze, realizzate in base a normative speciali.

Anche nel caso in cui il trasferimento senza corrispettivo avvenga in favore di enti pubblici, Comuni, Province, Regioni, associazione e fondazioni riconosciute con finalità di utilità pubblica, le imposte ipotecaria e catastale, non dovranno essere pagate.

Naturalmente grazie al preventivo notarile preparato dal notaio, sarà possibile capire se, con certezza in base all’analisi del singolo caso concreto, il proprio trasferimento immobiliare preveda il pagamento di tali tributi.

Preventivo notarile per passaggio di proprietà

Nel caso in cui si voglia avere un’idea ben precisa e definita delle spese da dover sostenere per il proprio atto notarile, in particolare per il trasferimento immobiliare, sia che avvenga mediante una vendita, che attraverso una donazione, è possibile richiedere, tramite la piattaforma di NotaioFacile, un preventivo notarile in via del tutto gratuita, senza dover pagare alcun costo di iscrizione, abbonamento o registrazione al sito.

Conoscere quale sarà il sacrificio economico che dovrà sostenersi può essere utile per comprendere l’entità del budget da dover preparare per affrontare serenamente l’investimento immobiliare.

Il servizio, oltre ad essere gratuito, concede la possibilità di entrare in contatto diretto con il notaio della propria zona in quanto è possibile scegliere la città in cui si intende concludere l’operazione immobiliare; ciò rappresenta un vantaggio per coloro che non possono permettersi di perdere tempo e denaro per eventuali spostamenti.

Condividi questo articolo

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©
Potrebbe interessarti:

Dal 2012 i N.1 specializzati nella Consulenza Notarile e Preventivo Notaio

NF è l'unico Originale
Diffidate dalle imitazioni

NO Mediatori, NO Intermediari,
NO Dottori di chissà quale Studio

richiesta al notaio