Riduzione e restrizione ipoteca dal notaio

QUALE ATTO NOTARILE DEVI FARE?
Che tipo di atto notarile devi fare?
Preventivo notaio, trova il notaio online e contattalo direttamente

Qui Rispondono Solo i Notai
GRATIS E SENZA IMPEGNO

QUI RISPONDONO SOLO I NOTAI ! GRATIS E SENZA IMPEGNO

Cosa comporta un’ipoteca

Quando si sente parlare di una casa ipotecata o di un qualsiasi immobile gravato da ipoteca, scatta un campanello d’allarme per coloro che intendono investire proprio su quel determinato bene, ad esempio, decidendo di comprarlo.

Tuttavia c’è da sapere che l’immobile ipotecato non pone problemi di commerciabilità, in quanto non esiste alcuna norma che vieti il trasferimento di una casa ipotecata. Il problema si pone perché si può perdere l’immobile, una volta comprato, a causa dell’espropriazione forzata, in virtù di un provvedimento giudiziario. Vediamo come è possibile restringere o ridurre l’ipoteca, nel caso in cui si inizi a pagare il debito.

Modifiche dell’ipoteca

Una volta iscritta ipoteca su un immobile, come una casa ad esempio, quando la si acquista con un mutuo, ci si chiede se sia possibile apportare delle modifiche e variare alcune condizioni, in virtù di cambiamenti che avvengono nel corso del tempo.

Si pensi all’ipotesi in cui il debito venga parzialmente estinto da parte del debitore: in tal caso l’ipoteca iscritta a garanzia del credito, potrebbe essere eccessiva e pertanto il valore non corrisponderebbe allo stato dei fatti, in virtù del pagamento da parte del debitore.

Ecco cosa è possibile fare dal notaio, modificando l’ipoteca.

SERVE LA CONSULENZA DEL NOTAIO?
richiedi il preventivo al notaio

Contatta il Notaio Gratis

Fai un PREVENTIVO

Scopri tutti i costi per stipulare l'atto

Riduzione dell’ipoteca dal notaio

Una volta compreso che è possibile effettuare delle modifiche all’ipoteca dal notaio, è opportuno chiarire cosa accade se il debito sia parzialmente estinto e non vi sia più la necessità di avere l’ipoteca iscritta su un determinato immobile o per una somma di denaro più elevata.

A tal proposito, in quest’ultimo caso, è possibile ridurre l’ammontare della somma per cui è iscritta, con l’atto di riduzione di ipoteca. Questo tipo di atto viene ricevuto e stipulato dal notaio nel momento in cui il valore del bene è eccessivo rispetto al credito garantito; tuttavia non è escluso che qualora dopo la riduzione di credito garantito sia maggiore della somma ridotta, si possa ugualmente effettuare un’iscrizione suppletiva

Riduzione e restrizione ipoteca dal notaio

Restrizione ipoteca dal notaio

Spesso si confonde la riduzione dell’ipoteca con la restrizione. In realtà sono concetti distinti che agiscono su piani differenti, determinando effetti diversi. In particolare si parla di riduzione quando si riduce la somma per la quale è stata presa l’iscrizione, mentre si parla di restrizione quando alcuni beni vengono liberati dal vincolo ipotecario.

Va sottolineato, infine, che l'articolo 2872 del codice civile, al secondo comma, analizza il caso in cui l'ipoteca abbia ad oggetto un solo bene. In tal caso come è possibile restringere l’ipoteca?

Secondo il legislatore la restrizione può ugualmente avere luogo, ma solo nel caso in cui l'unico bene che ne costituisce l'oggetto abbia parti distinte o tali che si possano comodamente distinguere e divise. Si tratta evidentemente di un'ipotesi che, nei fatti, non è diversa da quella in cui l'ipoteca sia stata iscritta su più immobili.

Chi partecipa ad atto di restrizione o riduzione di ipoteca dal notaio

Quando viene stipulato un atto di riduzione o di restrizione dell’ipoteca, davanti al notaio comparirà solo il creditore, ad esempio, nel caso del mutuo, solo la Banca, che provvederà a manifestare il consenso per la modifica dell’ipoteca iscritta a garanzia del credito.

Naturalmente quanto specificato avviene nel momento in cui l’atto sia volontario e provenga quindi da una manifestazione di volontà del creditore e non quando, invece, avviene ex lege oppure per un provvedimento proveniente da un’autorità giudiziaria.

Vantaggi riduzione e restrizione ipoteca

Con la riduzione e la restrizione dell’ipoteca dal notaio, vi sarà un migliore bilanciamento tra il credito garantito e l’ipoteca iscritta a garanzia. Una sproporzione dei valori potrebbe essere ingiusta per coloro che invece hanno provveduto ad adempiere ed è proprio per tali ragioni che si procede in tal senso, al fine di favorire gradualmente la cancellazione dell’ipoteca dall’immobile. Avere una casa o un qualsiasi altro immobile ipotecato desta sempre delle preoccupazioni in quanto si è esposti al rischio di sottrazione del bene, a causa dell’espropriazione forzata. Per tali ragioni procedere gradualmente, riducendo o la somma iscritta oppure restringendo il campo di applicazione dell’ipoteca, può essere vantaggioso per chi è titolare del diritto di proprietà su un fabbricato.

Come rendere pubblica la restrizione o la riduzione dell’ipoteca

Dopo il rogito notarile, per rendere pubblico l’atto stipulato dal notaio in cui o si è ridotto l’ammontare espresso in denaro dell’ipoteca o si sono liberati alcuni beni a causa della restrizione, il notaio dovrà provvedere ad un ulteriore adempimento.

In particolare, annoterà a margine dell’iscrizione ipotecaria nei Registri immobiliari che è avvenuta una modifica. Sapere che un determinato bene immobile, ad esempio una casa, non è più gravato da ipoteca per effetto della restrizione ed è quindi “libero”, è un dato importante per chi decide di effettuare eventualmente un investimento immobiliare.

Preventivo notarile riduzione e restrizione ipoteca dal notaio

Qualora si abbia la necessità di avere un quadro delle spese da sostenere per la riduzione o la restrizione dell’ipoteca iscritta a garanzia di un credito, è possibile richiedere gratuitamente un preventivo notarile, in modo del tutto gratuito, senza dover spendere denaro, né per l’iscrizione, né per la registrazione alla piattaforma.

In pochi semplici passaggi, compilando il form offerto dal sito e rispondendo alle domande, sarà possibile inoltrare la richiesta al notaio più vicino, in quanto è possibile anche scegliere la città in cui eventualmente stipulare.

Il preventivo sarà curato direttamente da un notaio e non si avranno intermediazioni con altri dottori o esperti del settore; conoscere i costi che accompagnano un atto notarile può essere utile ai fini della determinazione del budget a disposizione.

Condividi questo articolo

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©
Potrebbe interessarti:

Dal 2012 i N.1 specializzati nella Consulenza Notarile e Preventivo Notaio

NF è l'unico Originale
Diffidate dalle imitazioni

NO Mediatori, NO Intermediari,
NO Dottori di chissà quale Studio

richiesta al notaio