inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Valentina R. Mi sembra una buona idea dare un servizio on line, riduce e facilita i tempi, e spero anche i costi, grazie pe ...
Mattia G. Mia zia mi ha venduto una proprietà perché voglio costruire una nuova casa per me e la mia famiglia. La zia ...
Daniele M. Le spese per il lavoro del notaio variano sempre, per questo abbiamo chiesto un preventivo per l'onorario del ...
Nunzia G. Non avevo idea di quanto fosse la parcella del Notaio, grazie al sito ho ricevuto i preventivi ed ora so final ...
Ezio L. Grazie Notaio Facile!!! Consiglio a tutti di utilizzare questo servizio è un esempio di come anche in Italia ...
Saverio M. Alla ricerca Online di informazioni sulla separazione dei beni vi ho trovato.. Ho richiesto un preventivo ed o ...
Tommaso R. Trovare il Notaio su Internet: possibile e comodo E’ il primo approccio, non sapevo che esistesse un serviz ...
Flavio D. Ottimo sito, davvevo Facile e ogni pormessa è stata mantenuta. Buon Lavoro ...
Marzia S. Buongiorno volevo ringraziare sono stata contattata velocemente e in modo molto professionale dai Notai. Grazi ...
Federica S. Cerco un notaio economico online ed ecco che imbatto nel sito NotaioFacile.it. Ho letto di cosa si trattava e ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Agevolazioni fiscali pertinenze prima casa

Comprare casa con pertinenza dal notaio

Agevolazioni fiscali pertinenze prima casaComprare una casa dal notaio rappresenta un traguardo importante nella vita di una persona, spesso coronato a seguito di grandi sacrifici e duri anni di lavoro. Può capitare che la casa non sia comprata da sola, ma insieme ad un altro bene immobile come una cantina, un box auto, un box autorimessa, immobili che hanno la funzione di servire il bene principale.

In virtù della loro funzione di ornamento e completamento del bene principale, tali beni vengono chiamati pertinenze dagli esperti del settore. Tra le domande più ricorrenti che si pongono i potenziali compratori è se debbano essere necessariamente essere acquistati dal notaio insieme e se è possibile usufruire delle agevolazioni fiscali prima casa. Ecco cosa c’è da sapere.

Che cos’è una pertinenza

Il codice civile dà una definizione ben precisa alle pertinenze affermando che sono le cose che sono destinate in modo durevole al servizio o all’ornamento di un’altra cosa: è necessario che tra il bene principale (ad esempio la casa) e la pertinenza (box auto, deposito, cantina) ci sia un collegamento di tipo funzionale ed economico. Ad esempio un giardino può costituire pertinenza di una casa, in quanto ne costituisce ornamento, oppure un box auto può essere utile ai fini del parcheggio della propria auto.

Nonostante le pertinenze conservino una loro individualità, (in quanto possono essere vendute anche separatamente dal bene principale) sono assoggettate per un periodo duraturo a servizio o ornamento di un altro bene per migliorarne il suo utilizzo o privilegiare il decoro.

Principali esempi di pertinenza

I principali esempi di pertinenza sono quelli di categoria catastale C/2, C/6 e C/7. Rientrano nella categoria C le soffitte, le cantine, i solai, i locali deposito e i magazzini, ma anche le autorimesse, le tettoie e i posti auto.

Cosa vuol dire? Significa che appartengono ad una determinata categoria che è possibile rinvenire al catasto: il catasto infatti prevede per ciascun immobile una precisa descrizione, con attribuzione di dati catastali, di categoria e di rendita catastale. Per scoprire la categoria catastale di un immobile sarà proprio il notaio ad effettuare tale controllo, rappresentando uno degli adempimenti pre-stipula, chiamato visura catastale.

Agevolazioni fiscali prima casa: presupposti

Per poter usufruire delle agevolazioni prima casa è necessario che ricorrano determinati presupposti e requisiti stabiliti dal legislatore.

È innanzi tutto necessario che chi acquista casa non sia proprietario di altro immobile situato nello stesso Comune dell’immobile che si vuole acquistare, idoneo ad essere adibito ad abitazione, neanche in comunione legale dei beni con l’altro coniuge, qualora sia sposato.

È, inoltre, indispensabile che colui che intende acquistare non sia titolare di altri diritti reali definiti minori, ossia non sia titolare del diritto di uso, di abitazione, di usufrutto su un altro fabbricato sito nel medesimo Comune.

Per poter usufruire delle agevolazioni colui che compra non deve avere sul territorio nazionale altri immobili per i quali abbia usufruito delle agevolazioni prima casa in quanto si tratterebbe di duplicare un beneficio di cui si è già usufruito.

Analizzando gli ulteriori requisiti richiesti dalla legge, è necessario che colui che acquisti la casa abbia la residenza nel Comune in cui si trova l’immobile o si impegni a trasferirla entro 18 mesi dall’acquisto o nel quale svolge la propria attività lavorativa.

Quando si possono chiedere le agevolazioni fiscali per il box o cantina

Quando si compra una casa insieme a un box auto, ad esempio, è possibile chiedere le agevolazioni prima casa, sia se l’abitazione e il box vengono comprati contemporaneamente con lo stesso atto notarile di compravendita, sia se il box venga acquistato dal notaio in un momento successivo alla stipula della vendita dal notaio.

Le agevolazioni fiscali possono essere richieste per le pertinenze appartenenti solo a determinate categorie, ossia per le categorie catastali C/2, C/6 e C/7, che siano destinate a servizio della casa di abitazione oggetto dell’acquisto agevolato.

La categoria catastale deve inoltre essere verificata al momento del rogito e quindi, in conclusione, possono usufruire delle agevolazioni fiscali solo le pertinenze classificate o classificabili nelle categorie catastali indicate al momento della stipula dell’atto di acquisto e non in un momento successivo.

Più pertinenze alla casa: cosa sapere sulle agevolazioni fiscali

Nel caso in cui si compri una casa dal notaio ed anche due pertinenze della stessa categoria catastale, come due locali depositi, non sarà possibile richiedere le agevolazioni fiscali per entrambi gli immobili pertinenziali.

Per poter risparmiare in sede di rogito notarile, sarà possibile richiedere le agevolazioni fiscali per uno soltanto degli immobili pertinenziali, mentre per l’altro immobile dovranno sostenersi le spese e i costi di carattere ordinario. Infatti il legislatore ha stabilito che è possibile richiedere e usufruire delle agevolazioni prima casa una sola volta per ogni categoria catastale e, nel caso in cui ci siano più pertinenze accatastate nella stessa categoria, il contribuente avrà la facoltà di scegliere quella su cui far valere l'esenzione.

Acquisto pertinenza e consulenza notarile

Prima di intraprendere una scelta relativa all’acquisto di una casa dal notaio e di eventuali pertinenze è sempre opportuno richiedere una consulenza notarile per avere un quadro più chiaro dei costi che si dovranno sostenere e soprattutto per comprendere quando è possibile risparmiare e usufruire delle agevolazioni fiscali prima casa. Il notaio, tecnico della materia, potrà verificare se sussistono i tutti i requisiti per potersi avvalere delle agevolazioni prima casa anche per l’acquisto delle relative pertinenze.

richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
Come si compra pertinenza
richiesta al notaio