Ruolo del notaio e Carta dei diritti

Ruolo del notaio e diritti del cittadino: una guida in breve


Qual è il ruolo del notaio? Perché dovrei rivolgermi a lui? Che affidabilità ha un atto notarile? E quali sono i miei diritti come cittadino? Forse non tutti sanno che proprio per rispondere a queste domande esiste una Carta dei Diritti del Cittadino nei Rapporti con il Notaio

Spesso non è facile orientarsi nel mondo solo apparentemente facile del notariato: comprendere il ruolo del notaio, quando sono obbligato a stipulare un atto notarile, quando posso farlo volontariamente anche senza obblighi precisi e perché dovrei farlo, il valore di un atto notarile e ancora i miei diritti come cittadino è una questione spesso non semplice e che, proprio per questo e per l’importanza che il ruolo del notaio riveste nella vita delle persone, non va sottovalutato.
È proprio per questo motivo che il Consiglio Nazionale del Notariato ha deciso di realizzare una Carta del Diritti del Cittadino nei Rapporti con il Notaio: vediamone insieme i contenuti principali.
Si parte innanzitutto con le competenze del notaio, rispondendo così almeno in parte alla domanda su quale sia il ruolo del notaio: questo professionista, che lavora come pubblico ufficiale in regime di libera professione, si occupa di atti rilevanti nei campi immobiliare, della persona e della famiglia, delle successioni, delle società, delle imprese e degli enti e in ambiti quali procure, atti di notorietà, relazioni ipocatastali, volontaria giurisdizione e atti delegati dall’autorità giudiziaria. In altre parole, il ruolo del notaio si esplicherà ad esempio quando devo vendere o comprare casa, se voglio donare un immobile, quando devo aprire un mutuo, ma anche quando si parla di comunione e separazione dei beni nel matrimonio o quando si dovranno eseguire le disposizioni di sentenze relative a separazioni e divorzi, oppure in caso di redazione di testamenti, accettazione o rinuncia di eredità e successioni. A questi ambiti privati si aggiungono poi quelli societari, in cui il ruolo del notaio potrà ad esempio esplicarsi nella costituzione di società, associazioni, fondazioni o Onlus e gli atti importanti che scandiscono la vita di queste organizzazioni.

Il ruolo del notaio come garante di legalità

In tutti questi ambiti è fondamentale il ruolo del notaio come garante di legalità: in altre parole, un atto stipulato da questo professionista attesta la rispondenza ai dettami di legge di quanto si sta compiendo, oltre ad avere un altissimo valore probatorio. Approfondiremo in un ulteriore articolo gli specifici diritti del cittadino in questo senso, mentre vorremmo qui soffermarci sulle garanzie che il notaio deve fornire e che sono dunque l’essenza dei diritti che il cittadino vanta nei suoi confronti. Il ruolo del notaio comporta infatti per questo professionista determinate garanzie e gravose responsabilità.
Il notaio deve dunque garantire che l’atto notarile sia conforme alla volontà delle parti, che sia valido e quindi conforme alla legge, che gli effetti giuridici dell’atto non siano pregiudicati da vincoli o diritti di terzi di cui le parti non siano a conoscenza e che vengano versate tutte le imposte dovute nei termini di legge. A queste garanzie sono connesse determinate responsabilità in ambito penale (se commette dei reati), civile (se ha causato danni alle parti perché è stato inadempiente rispetto ai suoi doveri professionali) e disciplinare (se vìola i principi deontologici che è tenuto a rispettare).
In questo senso, è bene sapere che una polizza assicurativa collettiva nazionale copre i danni causati dall’inadempimento dei doveri professionali da parte del notaio e che questo deve provvedere a rettificare a sue spese gli atti con errori da lui causati.

Ruolo del notaio e diritti del cittadino: una guida in breve ultima modifica: 2017-02-22T15:26:49+00:00 da Alessandra