Dove scelgo il Notaio?

Compro una seconda casa lontano dalla mia città: dove scelgo il Notaio?


Stiamo per comprare la seconda casa tanto agognata al mare o in montagna: abbiamo finalmente trovato l’offerta che fa per noi e ora è arrivato il momento di scegliere il Notaio. Dove lo cerchiamo?

Poter comprare una seconda casa nel luogo di villeggiatura che da sempre abbiamo nel cuore è una bellissima opportunità: per molti, un vero sogno che si realizza. L’abbiamo cercata magari a lungo, girando per il lungo e per il largo ogni viuzza e ogni agenzia immobiliare e alla fine l’abbiamo trovata: è lei, è perfetta per le nostre esigenze e anche il prezzo è quello che rientra nei nostri budget.
È dunque arrivato il momento di rivolgerci al Notaio per l’atto di compravendita, ma il luogo dove abbiamo scelto la casa che stiamo per comprare è lontano dalla nostra città e dunque da dove abitiamo abitualmente: dobbiamo per forza rivolgermi a un Notaio del luogo dove ha sede la casa? O lo possiamo scegliere nella mia città? O addirittura in un luogo terzo? La domanda è lecita, in quanto effettivamente i Notai hanno in un certo senso delle limitazioni territoriali, che riguardano però solo il luogo ove si sottoscrive il contratto, non la posizione dell’immobile o la residenza del cliente o altro.

Dove scegliere il Notaio: abbiamo libertà di azione

Una volta stabilito che convenzionalmente sarà l’acquirente a sostenere il peso delle spese notarili, sarà dunque anche lo stesso acquirente a poter scegliere a quale studio notarile rivolgersi per le proprie pratiche. Il Notaio può stipulare atti su qualsiasi abitazione situata su tutto il territorio nazionale, indipendentemente da dove esercita. L’unica limitazione – di cui dobbiamo naturalmente tenere conto – è che l’atto andrà stipulato nel territorio di competenza del Notaio: saremo dunque noi a doverci recare da lui per la firma del rogito, così come la nostra controparte. Per quanto riguarda il luogo in cui intendiamo scegliere il Notaio, teniamo anche conto non della sola firma del documento di compravendita, ma anche della consegna dei documenti necessari e della consulenza che potremmo dover chiedere riguardo questioni che possono non esserci del tutto chiare: insomma, teniamo in considerazione nel limite del possibile anche la nostra comodità, perché doverci relazionare con lo studio notarile non diventi troppo complesso.

Scelta del Notaio: prevalga il buonsenso

Come per ogni cosa, una volta appurato il nostro diritto a scegliere il Notaio che più ci aggrada, alla fine a prevalere dovrebbe essere il buonsenso. Se lo scegliamo nella città dove ha sede l’abitazione non dovrebbero esserci problemi di sorta anche con il venditore, se decidiamo di rivolgerci a uno della nostra città magari premuriamoci prima di avvertire il venditore delle nostre intenzioni, se per diversi motivi preferiamo un’altra città anche in questo caso prendiamo accordi per tempo così da evitare attriti: potremmo ad esempio scegliere un luogo che sia comodo sia a noi sia al venditore, sempre tenendo conto che quest’ultimo dovrà recarsi dal Notaio una sola volta (per la firma del rogito), noi con tutta probabilità più di una volta. In ogni caso, scegliamo liberamente facendo le nostre considerazioni e muovendoci secondo quanto ci sembra più adeguato alla specifica situazione.

Compro una seconda casa lontano dalla mia città: dove scelgo il Notaio? ultima modifica: 2018-06-05T14:56:16+00:00 da Alessandra